venerdì 26 dicembre 2014

Stracciatella romana... Ricordi, tradizioni e semplicità di casa!

Il piatto di cui vi parlo oggi è per me Comfort Food in tema Natalizio. E' un piatto della tradizione romana che il giorno di S.Stefano mia nonna paterna non faceva mai mancare sulla nostra tavola.
Spesso andavamo in una casa fuori Roma di proprietà dei miei nonni per trascorrere le festività. Lei appena arrivava si preoccupava di andare dalla sua amica contadina a chiedere la gallina migliore e le uova freschissime. La sera di Natale, ricordo tutta la famiglia raccolta davanti al caminetto acceso; lei poi preparava il brodo che doveva riposare tutta la notte per essere sgrassato nel modo migliore. Il giorno di S.Stefano all'ora pranzo io mi mettevo accanto a lei (questo lo facevo spesso dato che mi coinvolgeva molto e vista la mia passione per la cucina già da bimba, mi permetteva di aiutarla per quanto fosse possibile :-)) mi sedevo e giravo il composto per la stracciatella. Lei lo versava nella pentola e lo serviva ancora fumante. Un piatto semplice ma preparato con cura ed amore. Poi concludeva cosi: "Ti piace la stracciatella bella di nonna? Mangia bella di nonna" ❤️
I nonni sono preziosi e non avendoli più da tanti anni ormai, custodisco questi ricordi con infinita tenerezza.












Ingredienti per il brodo (da preparare anche la sera prima):
1 gallina intera (da 1,3 kg circa meglio se ruspante e vecchia)
2,5 lt di acqua
2 coste di sedano
2 patate
3 carote
1 cipolla piccola
2 pomodorini piccoli
2 chiodi di garofano
1 foglia di alloro


Ingredienti per la stracciatella:
4 uova (bio)
10 cucchiai di parmigiano reggiano
una pizzico di noce moscata
prezzemolo
sale


Preparazione del brodo:
Lavate e mondate le verdure.
Inserite i chiodi di garofano all'interno della cipolla
Pulite e lavate la gallina privata delle interiora. Mettetela in una pentola alta con acqua fredda, sedano, pomodorini, patate, alloro, carote e cipolla. Coprite con un coperchio (quando inizia a bollire schiumate le impurità che salgono in superficie) e cuocete a fiamma dolce per due ore (anche due ore e mezza se la gallina è vecchia e ruspante).
A cottura ultimata, rimuovete la gallina e le verdure dalla pentola e lasciate che il brodo si raffreddi a temperatura ambiente.
Sia che lo mettiate per una notte in frigo che lo lasciate riposare qualche ora rimuovete nuovamente lo strato di grasso che si formerà sulla superficie.
Filtratelo con un colino a maglie fitte.

Preparazione della stracciatella:
Rompete le uova, mettetele in una ciotola con sale, parmigiano e noce moscata. Sbattete il tutto con l'aiuto di una frusta o di una forchetta.
Portate ad ebollizione il brodo, salatelo e appena bolle versate in un colpo le uova all'interno della pentola mescolando continuamente con una frusta.
Cuocete per cinque minuti fin quando l'uovo si sarà stracciato.
Impiattate, ultimate con qualche foglia di prezzemolo riccio, pepe (se volete) e servite.




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...