giovedì 11 dicembre 2014

Farfalle ai carciofi, Castelmagno e zafferano di Cascia... con chips di carciofi

Per questa ricetta semplice ho scelto pochi ingredienti di qualità che renderanno il piatto di sicura riuscita. L'accostamento carciofi zafferano a me piace molto, in più il gusto del castelmagno e l'aroma del timo (presente in piccola quantità) rendono il tutto più  gustoso. La croccantezza delle chips di carciofi è molto gradevole. Io ho utilizzato lo zafferano in stimmi di Cascia (uno dei prodotti di eccellenza in Umbria). Per ogni persona si utilizzano 4 o 5 stimmi che vanno messi in infusione in brodo o acqua calda prima di iniziare a preparare la ricetta in modo tale che possa rilasciare il caratteristico aroma. L'ideale sarebbe lasciarlo anche per un ora.
Pronti per la ricetta?






Ingredienti:
360 g di farfalle rigate
4 carciofi
uno spicchio d'aglio
olio extravergine di oliva
zafferano in pistilli (20)
un dado vegetale (biologico)
il succo di 1/2 limone
vino bianco
castelmagno
timo fresco
sale e pepe
olio di semi di girasole (per la frittura delle chips)



Preparazione:
Preparate il brodo vegetale con il dado biologico.
Mettetene da parte un bicchiere e lasciate in infusione gli stimmi di zafferano.
Pulite i carciofi: eliminate le punte con le spine, le foglie dure e l'eventuale fieno all'interno.
Tagliateli a spicchi ed i gambi a rondelle.
Spremete il succo di mezzo limone in acqua ed aggiungete i carciofi per non farli annerire.
Sbucciate l'aglio, tagliatelo a metà, privatelo dell'anima interna e mettetelo in padella con quattro cucchiai di olio.
Fatelo rosolare qualche minuto.
Eliminatelo ed aggiungete i carciofi sgocciolati; (tenete da parte qualche foglia per preparare le chips)
fateli insaporire per un paio di minuti, poi bagnate con il vino e lasciatelo evaporare.
Unite il brodo, sale (se occorre), pepe e proseguite la cottura per 15 minuti.
Trascorso il tempo, aggiungete in padella il brodo che avevate lasciato da parte con lo zafferano in infusione, qualche fogliolina di timo fresco e proseguite la cottura ancora un paio di minuti.


Nel frattempo mettete in un altro tegame l'olio di semi e portatelo a temperatura ( quella ottimale è di 170° - 180°; se non avete il termometro inserite uno spiedino di legno nell'olio, se vedete le classiche bollicine potete iniziare a friggere).
Versate le foglie dei carciofi lasciate da parte e friggetele. Quando saranno dorate scolatele su carta assorbente e tenetele da parte per la finitura del piatto.


Intanto cuocete le farfalle, scolatele due minuti prima del tempo indicato e saltatele nella padella con il condimento.
Cospargete con scaglie di castelmagno, le chips di carciofi e servite.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...