mercoledì 7 maggio 2014

Arrosto ripieno di pollo e ricotta

La ricetta che vi propongo oggi è una delle mie preferite... Sarà per la morbidezza della carne, per il gusto del ripieno, per la salsa cremosa che avvolge tutti i sapori... Voglio proprio condividerla con voi!
Se avete ospiti o volete comunque guadagnare tempo nella preparazione potete farcire l'arrosto anche il giorno prima. Cospargetelo con un cucchiaio di olio, avvolgetelo in carta da forno e conservatelo in frigorifero.
Tiratelo fuori 30 minuti prima di cuocerlo.










Ingredienti:
800 g di tasca di vitello (muscolo)
400 g di petto di pollo
200 g di prosciutto cotto
1 uovo
120 g di ricotta (io ho utilizzato quella romana di pecora)
40 g di formaggio tipo grana grattugiato
5 rametti di prezzemolo
2 foglie di alloro
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 bicchiere di vino bianco (100 ml)
2 fette di pane raffermo (io ho utilizzato filone casereccio)
30 ml di latte
sale
pepe

Ingredienti per la salsa:
fondo di cottura dell'arrosto
25 gr di burro
un cucchiaio raso di amido di mais (bio)
3 cucchiai di brandy
brodo vegetale (io ho preparato quello con dado vegetale biologico)

Preparazione:
Preparate il brodo di dado.
Sciacquate i petti di pollo sotto l'acqua corrente.
Lavate ed asciugate il prezzemolo e l'alloro.
Togliete la crosta del pane, tagliate la mollica e mettetela in una ciotola con il latte.
Tritate il petto di pollo, il prosciutto cotto e le foglie di prezzemolo.
Sbattete l'uovo con il sale, il pepe ed il formaggio grattugiato, unite il pane bagnato nel latte, il trito di pollo prosciutto e prezzemolo ed aggiungete la ricotta.
Mescolate fino ad ottenere un composto uniforme.
Riempite la tasca di vitello con il ripieno aiutandovi con il dorso del cucchiaio per non lasciare vuoti all'interno.
Cucite l'apertura con lo spago da cucina ed ungete tutta la carne con olio.
Mettetela in un tegame con tre cucchiai di olio, le foglie di alloro e fatela rosolare in modo uniforme su tutti i lati (giratela delicatamente con delle palette, non usate le forchette per non far uscire i liquidi).
Unite il vino bianco e fate sfumare l'alcol.
Accendete il forno a 180°.
Trasferite l'arrosto con il fondo di cottura (compreso l'alloro) in una teglia e cuocetelo per un ora e mezza (anche 1h e 40).
Durante la cottura bagnatelo con la salsina che si è creata e  se occorre con qualche mestolo di brodo vegetale, in questo modo non diventerà secco.
A cottura ultimata togliete l'arrosto dalla teglia, avvolgetelo con carta da forno e di alluminio e fatelo riposare 15 minuti così la carne sarà più morbida.
Intanto preparate la salsa: filtrate in un colino il fondo di cottura dell'arrosto, sciogliete l'amido in un mestolo di brodo, aggiungetelo al fondo; unite il burro, il brandy, un mestolo di brodo e fate addensare la salsa.
Aggiungete più o meno brodo in base alla cremosità della salsa che desiderate.
Tagliate la carne a fette, cospargete con la salsa e servite.






Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...