domenica 20 aprile 2014

Crème brûlée alla vaniglia... E Buona Pasqua a tutti!

Oggi vi  propongo un dessert che adoro. Potrebbe essere la degna conclusione del pranzo di Pasqua!
Si tratta della Crème brûlée, dolce al cucchiaio di origine francese che viene cotto a bagnomaria nel forno.
Prima di essere servita viene cosparsa con lo zucchero di canna e con il cannello caramellizzatore si forma la classica crosticina di zucchero croccante; da questa procedura prende origine il nome, infatti il termine "brûlée" in francese significa bruciato.
Ha una consistenza setosa e vellutata che contrasta con quella croccante della superficie caramellata.







Ingredienti (dosi per due stampini) :
190 ml di panna
70 ml di latte
15 g di zucchero
2 tuorli d’uovo
la parte interna di 1/4 di bacca di vaniglia
10 g di zucchero di canna per caramellare la superficie

Io ho diminuito di molto la dose dello zucchero per evitare che sia stucchevole.
Se volete le dosi  per 4 persone scrivetemi pure.


Preparazione:
Incidete la bacca di vaniglia verticalmente. Estraetene i semini di circa 1/4 di baccello.
Inseriteli in una ciotola insieme ai tuorli d'uovo e lo zucchero.
Mescolate con una frusta.

In un pentolino portate ad ebollizione il latte e la panna.
Passateli in un colino per togliere la pellicola che si forma in superficie.
Versate il composto a filo all'interno della ciotola dove avete preparato la crema di tuorli e vaniglia e mescolate continuamente con la frusta per evitare che il calore del latte cuocia i tuorli.

Versare il composto ottenuto negli stampi utilizzando di nuovo il colino per rimuovere l'eventuale schiuma che si sarà creata.

Prendete una teglia da forno con i bordi abbastanza alti che possa contenere gli stampini.
Riempitela di acqua calda in modo che arrivi esattamente a metà degli stampi che avete scelto.

Cuocete in forno preriscaldato a 180° per un'ora.
Io ho provato anche la cottura a bassa temperatura, (a 90° per 60 minuti) ma dopo il tempo trascorso era ancora liquida come appena preparata.
Dopo vari tentativi  sono arrivata alla cottura ottimale che vi consiglio per stampi dai bordi alti come quelli che ho utilizzato in questo caso.
La crema è cotta quando è compatta e dorata.
Lasciatela freddare a temperatura ambiente e riponetela in frigorifero.








Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...